Lav34emanuele errante gouache

artist: emanuele errante

title: gouache

artist website

date: May 1, 2010

time: 33:03

size: 62 MB

enc: 256 Kbps

style: ambient, electronica

(1496 downloads)

'Gouache' is a French word that derives from the Italian 'gouache' and indicates a particular technique of painting in which colors are dissolved in the murky water and arabic gum. Naples, where this technique was affirmed at the end of the eighteenth century, is a colorful city dissolved into a vortex of problems and wrongdoing. Its colorful streets, its colors sometimes strong and sometimes evanescent, infuse cheerfulness that contrasts with the sad daily reality of a city that seemingly has no future.

These seven songs, which bear the names of seven locations in Naples, were composed to reproduce all the emotional contrasts that rape the soul of those who respect and admire this city and its beauty while aware of its difficulties. The tracks are made with the rhythm defragmentation technique that perfectly interprets the pulse of the asynchronous flow of the everyday life in Naples.

comments

  • 2011-08-03

    dramavinile: complimenti emanuele!!!
    mi è piaciuto molto questo lavoro "campano"
    se ti va dai un ascolto a dramavinile e akamoi su soundcloud.....ragazzi di Terra d' Irpinia
    ciao
    vincenzo aka dramavinile

  • 2010-09-14

    Daniel Morris WTCK: boring.. :((((

  • 2010-07-21

    Paolo Cuccaro: scaricato e cancellato, voto 3

  • 2010-06-11

    marion brugnaro: insomma..

  • 2010-05-31

    Mariano De Gregoris: Laverna goes pop? Sopravvalutato

  • 2010-05-16

    Laverna Staff: Laverna è felice di leggere questi commenti sul profilo Facebook di Emanuele:
    "Carl Stone
    I'm listening to and enjoying "Gouache" at this moment."

  • 2010-05-15

    mono-drone: ....musica del RINASCIMENTO napoletano....

  • 2010-05-05

    Empedocle70: molto bella la chitarra, davvero un bel suono!

  • 2010-05-04

    Enrico (Coniglio): Sono racconti di strada, racconti sonori dove si mescolano quotidianità e sogno, semplicità e concitazione, gioia e amarezza, gioco e irriverenza, amore e ossessione. Un lavoro naif e decadente al tempo -se possibile- proprio come ci immaginiamo la città partenopea. Grazie Emanuele!

  • 2010-05-03

    mario (molven): La velocità di elementi che scorrono come in un paesaggio ritratto dal finestrino di un treno.
    Mille colori in una scia che nella corsa si mescolano e danno vita ad una trama delle tonalità sfumate.
    Da qui posso immaginare il mio luogo un po' più simile a come vorrei che fosse..
    Almeno finche non ci fermeremo.
    Facciamo durare questo viaggio..

  • 2010-05-03

    Gigi Masin: Una visione lucida, intensa. La tradizione è immergersi nel 'luogo' e raccontarlo con i propri colori, con una personale lettura, senza timori. Emanuele se ne sta lontano miglia dalle retoriche, eppure non si muove di un metro dal centro del cuore. Lavoro bellissimo e atteso, 'Rettifilo' è una perla che mi commuove.-


  • 2010-05-02

    mirco salvadori: Qualcuno...anni luce or sono, quando ancora aveva qualcosa da dire, cantava: "Napoli è 'na carta sporca, ma nissciuno se n'amporta...". Quella carta è ancora li a rotolare per i vicoli e le contrade della città. Se avete il coraggio prendetela in mano e guardate attentamente: quello che vedrete non è sporco ma sono le note contenute nel nuovo lavoro di Emanuele, è l'anima stessa di una cultura che, aimè, se ne sta andando a rotoli...come 'na carta sporca...

  • 2010-05-01

    aldo: aspettiamo con ansia la collaborazione con DAKOTA SUITE

  • 2010-05-01

    microeventi (Lorenzo): Emanuele, grazie!
    Un lavoro di intensità straordinaria, un viaggio in una Napoli che si rivela di colori che tutti le riconoscono, ma mai si erano visti dipinti a tali tinte. Un viaggio senza fiato, ma tenendoci per mano, entrando ed uscendo dalla costruzione del suono sporcandoci mani e piedi di colori.. per poi giocare con il nostro vicino.. a dipingergli la faccia con i nostri colori, e farci dipingere dai suoi..
    Il treno a colori sta per partire.. vado a prepararmi..

add your comment:





insert this code before send: